La storia del tapis roulant

La storia del tapis roulant

Da mezzo di trasporto per carichi pesanti a strumento di tortura, a strumento medico. Tutto questo è stato il tapis roulant nell'antichità. Chi lo considera un'invenzione degli ultimi decenni sbaglia: il treadmill è stato inventato nel 2000 A.C. circa. Ovviamente con funzioni molto diverse dall'home fitness. Attraverso i secoli l'attrezzo principe per allenarsi è servito per molti scopi, prima di diventare ciò che è ora ufficialmente solo nel 1968. L'articolo del blog Il Tapis Roulant ripercorre le tappe della sua storia.

La storia del tapis roulant

Il tapis roulant è probabilmente il più conosciuto e apprezzato attrezzo per il fitness. Siamo ormai talmente abituati alla sua presenza che non facciamo caso a tutti i posti in cui possiamo trovarne uno: palestre, centri benessere, saune, SPA, grandi alberghi, navi da crociera, studi medici o veterinari, case di appassionati di sport e persino uffici! Quando è diventato così famoso il tapis roulant? Qual è stato il percorso che ha portato dalla sua invenzione ad una diffusione così massiccia ed importante?
In questa pagina faremo un viaggio indietro nel tempo alla scoperta delle origini del treadmill e dei suoi inventori! 

Il tapis roulant nell'antichità

Forse vi sembrerà pazzesco, ma il tapis roulant esisteva già 4000 anni fa! Nell'antichità, infatti, il lavoro muscolare degli esseri umani veniva sfruttato come quello degli animali per la produzione di energia o l'azionamento di macchinari. Uno degli scopi per cui veniva maggiormente sfruttato il lavoro muscolare umano era il trasporto dell'acqua. Il lavoro degli animali (soprattutto dei cavalli) era certamente più efficace e produttivo, ma questo non impediva di usare anche la forza umana scaturita dall'impiego di un treadmill per generare energia.

Il tapis roulant come strumento di tortura

Le persone pigre forse lo percepiscono ancora come tale, ma il treadmill fu per circa un secolo utilizzato nelle carceri inglesi ed americane come strumento di tortura e di lavoro forzato. Fu un certo William Cubitt ad inventare nel 1818 un sistema che obbligava i prigionieri a camminare senza spostarsi. L'idea gli venne dopo aver osservato i prigionieri passare gran parte della loro giornata in uno stato di totale inattività. Cubitt progettò quindi un sistema che, da un lato, obbligava i prigionieri a muoversi; dall'altro, trasformava il loro movimento in energia, utilizzata solitamente per macinare il grano.
Ogni giorno, i prigionieri erano costretti a marciare per otto ore; quest'obbligo, unito alla dieta povera ed alle pessime condizioni igienico-sanitarie, prpovocava il diffondersi di malattie, inedia e malnutrizione. La tortura aveva tuttavia un risvolto psicologico prima ancora che fisico; i prigionieri erano infatti condannati a muoversi ogni giorno senza alcuno scopo, solo perché obbligati dalle guardie carcerarie e nella monotonia più assoluta.
Il sistema venne utilizzato fino alla seconda metà dell Ottocento, per poi essere gradualmente abbandonato dai sistemi carcerari dei vari paesi che l'avevano adottato.

Il primo tapis roulant

Il brevetto del primo tapis roulant per allenarsi (non più per produrre energia o per punire i detenuti) fu depositato nel 1917 da un certo Claude Lauraine Lagen, un cittadino americano residente a New York City. La "training machine" inventata e descritta nel progetto era composta da una base rettangolare su cui Iagen aveva montato dei rulli ricoperti da un nastro antiscivolo. La macchina era anche dotata di quattro supporti in gomma.
 
Il tapis roulant come strumento medico

Nella seconda metà del Novecento, un medico americano di nome Robert A. Bruce ebbe l'idea di utilizzare il tapis roulant per sviluppare un protocollo di diagnosi per pazienti cardiopatici. Il "Protocollo Bruce" prevedeva che il paziente camminasse su un tapis roulant con una serie di elettrodi attaccati al torace allo scopo di controllare il battito e le funzioni respiratorie prima, durante e dopo l'esercizio. In seguito alle sue ricerche, nel 1952 nacque il primo treadmill per scopi medici, che poteva essere usato da pazienti di ogni condizione grazie alle diverse velocità e inclinazioni disponibili.

La nascita del moderno tapis roulant

Nel 1968 il dottor Cooper pubblicò il libro destinato a diventare famoso in cui coniava il termine "aerobics". La tesi sostenuta dal Dottor Cooper era che bastassero otto minuti di corsa al giorno per migliorare le condizioni di salute di chiunque. Colpito dalle teorie di Aerobics e intenzionato a correre ogni giorno come suggerito da Cooper, l'ingegnere originario della Pennsylvania William Staub costruì un modello di tapis roulant economico. In seguito, fece conoscere a Cooper il modello e cominciò a commercializzarlo. Il successo fu così grande che ben presto il Signor Staub lasciò il suo lavoro di ingegnere aerospaziale per dedicarsi al tempo pieno al progetto dei tapis roulant. 

Nel 2006, la celebre rivista "Runner's World" gli dedicò un articolo intitolato "Our favorite Things: 40 Years of Running Gear Innovation", in cui attribuiva al Signor Staub il merito di aver creato le condizioni per correre in qualsiasi momento, senza più la scusa delle condizioni meteo!
L'intuizione principale di Staub è stata quella di aver trasformato un attrezzo usato fino ad allora in altri contesti in un attrezzo commerciale, "da casa" e accessibile a tutti. La "massificazione" del tapis roulant è stata un'innovazione eccezionale per il fitness, una trasformazione che oggi permette a chiunque di dotarsi di uno strumento per il training senza spendere una fortuna.

Tapis roulant: in palestra, a casa e...

Oggi il tapis roulant è un must have per ogni palestra e cresce il numero di coloro che lo acquistano per utilizzarlo dentro la propria casa. In risposta a questa domanda crescente, i grandi marchi del fitness (Kettler, Proform, Wesler, Nordictrack etc.) hanno creato molti modelli di treadmill con le features più disparate. oggi è possibile acquistare tapis roulant magnetici, tapis roulant salvaspazio, tapis roulant motorizzati con potenza dai 2 ai 6 cavalli, tapis roulant multiaccessoriati e così via, in una lista che potrebbe essere molto lunga.
E non finisce qua, perché anche gli animali hanno oggi un tapis roulant: diversamente da quelli usati anticamente per sfruttare la forza del bestiame, i tapis roulant moderni servono ai veterinari per il movimento e la riabilitazione degli animali domestici.

E non stupitevi se presto vedrete anche in ufficio un treadmill! Già da alcuni anni, infatti, è attiva la community dei Working Walkers, impiegati che usano il "tapis roulant da scrivania". La postazione "work-walker" è dotata di un pc su un piano d'appoggio più alto di un normale desk e di un tapis roulant che scorre lentamente. Il progetto è nato per combattere lo stile di vita sedentario degli impiegati, aiutandoli a bruciare circa 100 calorie ogni ora senza rinunciare alla produttività!

Articolo tratto dal blog Il Tapis Roulant

 

Prodotti